top of page

italian design-maker, artist, in love with ceramic but since ever attracted by experimentation of unusual and recycled materials

italian design-maker, artist, in love with ceramic but since ever attracted by experimentation of unusual and recycled materials

Design-maker, artist.
I was born in BA (Lombardy, Italy) where I at present(currently) live and work. After the degree in economics I worked in a consulting firm an later in a private sector company.  Due to a business (economic) crisis and family needs I left this job and started working as desig-maker:even if I didn't have an artistic or project (design)oriented educational background (school education) motivated by (moved by) an innate curiosity and versatility I decided to test (experiment) the processing of resins and silicone rubbers: I start(ed) to (project and) make objects of design, I partecipate in various exhibitions and events and in some editions at Milan's Fuori Salone. Lately I started to work with ceramic, with which I fall in love. In this shop you'll find a few of my last works, if you are curious about the others, visit my FB page Raffaella Bandera Artdesign

RAFFAELLA BANDERA. Autoproduttrice di oggetti di design, artista,
Nasco a Busto Arsizio( Varese, ITALY) , dove attualmente vivo e lavoro, dopo la laurea in economia all'università Bocconi di Milano, lavoro in una società di consulenza e poi in una impresa del settore privato. Lasciato il posto per crisi aziendale e necessità familiari, inizio un’attività di design-maker: pur non avendo una formazione scolastica di tipo artistico o progettuale, mossa da una naturale curiosità e versatilità decido di sperimentare la lavorazione di resine e gomme siliconiche: comincio ad auto produrre e vendere oggetti di design; partecipo a diverse esposizioni ed edizioni del Fuori salone di Milano. os filati.....
Ultimamente ho iniziato a lavorare la ceramica, della quale mi sono innamorata. Con questo materiale è stto più difficile all'inizio potersi permettere di uscire dalle regole dei maestri e della tradizione, ma ora nel mio piccolo mi sto lasciando andare....  la mia  in questo negozio troverete alcuni tra i miei ultimi lavori. Se siete curiosi degli altri visitate la mia pagina FB raffaella bandera Artdesign

 

 

Creo oggetti pensati per connotare artisticamente i nostri spazi abitativi come: lampade, specchi, vasi, monili, piccoli oggetti-scultura; realizzati in resina, alluminio, rame, gomme siliconiche, plastiche, vetro, filati e vari materiali di recupero.


Designer-maker autoproduzione di vasi e lampade in resina e gomme siliconiche. Protagonista dell'intero processo, dall'idea alla realizzazione, alla promozione, in me hanno convissuto il creativo, l'operaio, il ricercatore, il commesso viaggiatore, il fotografo ed il comunicatore, per ulterori info:raffaella Bandera artdesign - Home | Facebook; www.raffaellabandera.it

Close
Shop members

research of the potentialities of silicone

As an experimental designer he was trying to underline the possibilities of the new kinds of material

collezione di complementi di arredo caratterizzati da una doppia funzionalità, tutti unici e tutti diversi, realizzati in resina morbida, esempio di perfezionamento dell’utilizzo dei materiali sintetici.

nei capricci del materiale e nelle fusioni cromatiche, ma anche a identificarsi nella varietà del pezzo unico e originario che non somiglia a nessun altro e “stimola il cervello, creando la sorpresa”. Che rifiuta la copia e l’assuefazione.Priorità progettuale ed espressiva del noto designer italiano, paladino della differenziazione degli oggetti considerata strumento utile alla scelta individuale. Obiettivo rispettato anche quando ha progettato prodotti di serie, convinto che “il lavoro del design va fatto per aiutare a far vivere meglio gli altri non solo fisicamente, ma anche psicologicamente. Il prodotto finale deve piacere agli altri, non a chi lo fa”.

Serie di vasi realizzati in silicone, materiale  non tradizionale per il quale non esistono tecniche di lavorazione codificate e che proprio per questo possono più facilmente portare a risultati inusuali. E' una materia plastica che, dalla sabbia da cui deriva, mantiene la memoria di materia inorganica inerte ed inattaccabile chimicamente. E' un materiale capriccioso, viscoso, ma che con particolari accorgimenti si può lavorare a mano e colorare con pigmenti per ottenere varie fusioni cromatiche

 

consente quindi di realizzare collezione di complementi di arredo caratterizzati da una doppia funzionalità, tutti unici e tutti diversi,

Sempre alla ricerca di contaminazioni con il mondo dell'arte, lontana dalla cultura del design industriale e attratta dalla sperimentazione, Raffaella è un’artista attenta alle problematiche ambientali, che privilegia l’utilizzo di materiali di scarto.

Dopo la laurea in economia alla Bocconi di Milano, il matrimonio, i tre figli e un lavoro come dipendente in un’azienda del settore meccanico, mossa da una naturale curiosità Raffaella decide di sperimentare la lavorazione di resine e gomme siliconiche che l’affacceranno presto al mondo della progettualità.

Inizia il suo viaggio esplorativo che le da sensazioni di libertà ed avventura pur rimanendo ore a lavorare chiusa nel suo laboratorio, immersa nel suo mondo di luce, trasparenze e colori.

L'aspetto estetico e decorativo, per l’artista, dà forza alla trasformazione di un oggetto gettato in oggetto non gettabile.

Le sperimentazioni con gli anni si susseguono rapidamente: fili, maglia, stoffe, lana, vetro, bottiglie di plastica. Oggetti che spesso Raffaella muta in meravigliosi e sorprendenti oggetti luminosi che espone durante importanti manifestazioni artistiche.

bottom of page